Praticamente una settimana fa, il Senato votava la fiducia sulla cosiddetta “manovrina” dove è contenuta una norma che, di fatto, vieterà a Flixbus di circolare a partire dal mese di ottobre. Su questo punto vogliamo essere molto chiari: si è trattato di un errore molto grave a cui va posto rimedio prima che sia troppo tardi.

Flixbus e il suo modello organizzativo hanno rappresentato una innovazione importante in un paese in cui spostarsi è sempre più complicato e costoso. Dove per rientrare a casa, magari sotto le feste, uno studente fuori sede si trova di fronte a prezzi di treni o aerei esorbitanti. In altre parole Flixbus ha permesso a tantissimi ragazzi come noi di viaggiare e spostarsi con più facilità. Il punto centrale di questa vicenda non è difendere il nome o il cognome di questa o quella azienda.
Siamo stanchi di un paese in cui -periodicamente- forme di innovazione positive e non lesive di diritti vengono ostacolate e messe in difficoltà da qualche emendamento. Ne va della nostra credibilità, ne va della certezza del diritto. Ne va dell’autonomia della politica da qualche interesse locale.

Noi come Giovani Democratici a quanto accaduto non ci stiamo e vogliamo prenderci l’impegno di risolvere questa situazione e chiedere a Matteo Renzi e al Partito Democratico di dare seguito concreto all’impegno preso, prima che sia troppo tardi.
Martedì ci vediamo a #TerrazzaPD per parlarne.
FlixBus venite anche voi?

#salvaflixbus